Contatore sito

Diamanti - I gioielli di un tempo - Riflessi d'oro

Vai ai contenuti

Menu principale:

Diamanti

Pubblicato da Romina in Diamanti · 1/7/2019 15:42:42

Diamanti


Come leggere un certificato


Il certificato (o rapporto gemmologico) di un diamante è come la sua “impronta digitale”, poiché descrive la pietra nei suoi dettagli tecnici, in modo che il suo valore e la sua identità possano essere verificabili.
La qualità del vostro diamante è garantita quando il certificato che l’accompagna proviene da un istituto autorevole e riconosciuto in tutto il mondo.
Non assegna un valore monetario alla pietra, a differenza di una valutazione, e viene fornito solo per diamanti non incastonati.
Se stai comprando un diamante, è importante saper leggere un certificato gemmologico, in modo da essere sicuro di ottenere quello per cui stai pagando.

Tra gli istituti più autorevoli nel campo della certificazione dei diamanti, dobbiamo obbligatoriamente menzionare il GIA, l’IGI e l’HRD.

Gemological Institute of America (GIA)


L’Istituto Gemmologico Americano (GIA) è stato costituito nel 1931 a Los Angeles ed ha creato e introdotto il Sistema di Classificazione Internazionale. La sua sede è tuttora nella città degli Angeli.
Il GIA ha creato il metodo di classificazione noto come le “4C”:
Cut (taglio), Clarity (purezza) Color (colore) e Carat weight (peso in carati) sono gli elementi cardine per valutare i diamanti.


Hoge Raad voor Diamant (HRD)


Fondato nel 1973, è l' unico rappresentante ufficialmente riconosciuto dei diamanti del Belgio, a livello commerciale e industriale.
Il certificato di HRD gode di una eccellente reputazione in tutto il mondo.
Garantisce l’autenticità di un diamante escludendo la possibilità che si tratti di un’imitazione o di una pietra sintetica. Comprende inoltre una descrizione dettagliata sulla qualità, ossia forma, peso, livello di purezza, fluorescenza, classificazione del colore, dimensioni, proporzioni e livello di finitura. Queste caratteristiche qualitative determinano il valore del vostro diamante.
L’HRD, che tradotto significa “Alto Consiglio del Diamante”, è la controparte europea del GIA; i certificati di valutazione sono documenti legali nel lontano Oriente e in Europa, sono riconosciuti dall’Unione Europea.


International Gemological Institute of Antwerp (IGI)


L’Istituto Gemmologico Internazionale è tra i più grandi istituti indipendenti di classificazione e di valutazione della gemma nel mondo.
Nasce nel 1975 ad Anversa ed oggi è l' istituto gemmologico più anziano con uffici a New York,Bangkok, Bombay e Tokyo.
È rinomato nel commercio per la vasta esperienza che mette a disposizione dell' industria dei monili e del diamante da oltre 30 anni.
L’IGI annualmente compila oltre 420.000 rapporti relativi a pietre preziose.
Oltre agli istituti già citati possiamo suggerire altre organizzazioni che si attestano su livelli  inferiori, ma producono certificati di buona qualità con un’ottima attendibilità.

Tra questi istituti annoveriamo:

Antwerpse Gemologische Instelling (AGI) – opera in Belgio, UK e Tailandia;
Compete con GIA e HRD in Europa.

Il Laboratorio Gemmologico Europeo (EGL) – è una rete indipendente di laboratori di valutazione. Gli standard di valutazione variano da un laboratorio EGL a un altro, e sono percepiti come meno rigidi rispetto agli altri. Perciò, è probabile che un diamante riceva una valutazione più alta dall’EGL che non dal GIA.

L’American Gem Society (AGS) – ha una valutazione del taglio numerata da 0 a 4, 0 è la più desiderabile, 4 la meno desiderabile.

L’ Istituto Gemmologico Italiano (IGI) – molto importante sul nostro territorio, offre ottimi servizi e un’ottima formazione tramite corsi e continui aggiornamenti. A sede a Milano e a Roma.
La terminologia dei certificati

Qui di seguito elencheremo la maggior parte di termini che compaiono sui certificati gemmologici internazionali:


SHAPE (taglio): si tratta del tipo di taglio della pietra. Può essere taglio brillante (rotondo o ovale) oppure baguette, taglio smeraldo, navette o marquise, princess, radiant e altri meno comuni.

WEIGHT (peso della pietra): espresso in carati metrici, 1 grammo equivale a 5 ct e il ct a sua volta è diviso in 100 parti dette punti.

CLARITY GRADE (grado di purezza): indica la presenza o meno di inclusioni interne più o meno grandi. Il grado massimo è IF (puro), il minimo SI (incluso).

FLUORESCENCE (fluorescenza): indica la presenza o meno di una fluorescenza. Il 35% circa dei diamanti ha una fluorescenza che può essere da molto leggera (very slight) a forte (strong) ed è una caratteristica di discreta importanza, in quanto una fluorescenza troppo accentuata può svalorizzarne le caratteristiche di brillantezza e trasparenza del diamante.

COLOR GRADE (grado di colore)
: indica quanto appare bianca la pietra ad un esame ottico. Il grado massimo è il D (bianco eccezionale o river) in scala decrescente fino alla Z(molto gialla ma non” fancy”).

MEASUREMENTS (misure): indica le dimensioni in mm della pietra.

PROPORTIONS (proporzioni): indica il giudizio sulle proporzioni di taglio della pietra. E' forse l'aspetto qualitativamente più importante della gemma. Un buon grado di proporzioni “good “o “very good” esalta al massimo le caratteristiche ottiche di brillanza della pietra.

GIRDLE (corona)
: indica lo spessore della cintura della pietra espresso in gradi percentuali.

CULET (apice): indica se l'apice della pietra è appuntito o leggermente smussato. Apici con una smussatura elevata svalorizzano la pietra.

TABLE WIDTH (larghezza della tavola) - CR HEIGHT (altezza della corona) - PAV. DEPHT (profondità del padiglione): questi tre parametri indicano in percentuale le relative dimensioni a cui si riferiscono. Per avere un giudizio “very good” devono rientrare entro parametri minimi e massimi molto ristretti.

FINISH GRADE (grado di finitura): indica il grado di finitura generale della pietra quale lucidatura, eventuale presenza di faccette extra e piccole lesioni solo esterne che non influiscono sul grado di purezza.

POLISH GRADE (grado di politura): indica la politura di un diamante, ma non in tutti i certificati viene menzionato.

Crediamo che una corretta informazione sia la base per un commercio duraturo, basato sulla professionalità e sulla trasparenza, ma ricordiamo sempre che occorre preparazione specifica per acquistare gemme “importanti”, quindi è sempre preferibile affidarsi ad un professionista poiché le contraffazioni non sono poi così rare in questo mondo.

Riflessid'oro




Torna ai contenuti | Torna al menu